Storia delle Slot Car: dalle origini a oggi

La storia delle slot car è la storia di una particolare forma di intrattenimento che ha unito – e unisce tutt’oggi – appassionati di tutte le età. Questi piccoli veicoli da corsa, guidati su piste con scanalature, piano piano nel tempo, si son fatti spazio nell’immaginario del ludico, tanto da rompere la gabbia concettuale del “semplice giocattolo” fino a essere considerati un perfetto esempio di modellismo tecnico grazie alle nuove tecnologie.

Storia delle slot car: le origini

Le prime slot car nascono nella prima metà del XX secolo come passatempo di nicchia per gli adulti. Già nel 1912 la Lionel Corporation aveva inserito in catalogo quelle che oggi possiamo definire le bisnonne delle nostre attuali slot car. In particolare, le vetture recuperavano la corrente da una rotaia di trenino affondata in una sede apposita collegata a una batteria. Tuttavia, la richiesta crescente di un’esperienza di velocità dei modelli da parte dell’utenza, portò a un passo evolutivo decisivo che si è avuto con l’introduzione del “Modelle Auto Racing” (MARX) set, tra i primi sistemi di slot car (come li intendiamo oggi) mai realizzati. Questi set erano inizialmente destinati a un pubblico adulto di appassionati di corse automobilistiche che potevano ora simulare le competizioni su quattro ruote, anche se in scala ridotta.

L’Epoca d’Oro delle Slot Car

Tuttavia, il vero boom delle slot car avvenne negli anni ’60, quando le aziende come Aurora Plastics Company e Scalextric iniziarono a produrre set di slot car per il mercato di massa. Questi set erano progettati anche per i giovani appassionati di corse e divennero ben presto un grande successo. Le slot car erano ora accessibili a un pubblico più ampio, e le piste e i veicoli divennero sempre più sofisticati. Questi set includevano piste elettrificate con scanalature, controlli per il pilota e modelli di auto più dettagliati. Le piste potevano essere configurate in circuiti complessi, e le corse divennero più competitive.

In pratica, come già accennato, è possibile affermare che gli anni ’60 e ’70 sono stati l’epoca d’oro delle slot car. Le piste vedevano continui aggiornamenti dei complessi tracciati elettrificati e dei sistemi di cronometraggio, e i modelli di auto diventarono sempre più fedeli alle auto da corsa guidate dai piloti professionisti. Con questa pratica gli utenti riuscivano sia a omaggiare i loro beniamini attraverso la riproduzione in scala delle loro slot car, sia dare spazio al proprio estro grazie alla personalizzazione del proprio modello di slot car.

Le piste commerciali e l’avvento delle gare professionistiche

In tutto il mondo si svilupparono non solo aziende dedicate al settore, ma anche associazioni e comitati per le gare. Per esempio, verso la fine del 1962 venne a costituirsi l’American Model Car Raceways di Burbank, in California, e presto l’attività di progettazione e vendita di piste commerciali a otto corsie divenne un vero business internazionale.

La maggior parte delle prime piste commerciali erano a gettoni,  un’ora di utilizzo della pista costava in media tra i $ 1,50 e i $ 2,50. Vennero costruite piste gigantesche da 200 a 300 piedi di lunghezza, tra cui un colosso di 408 piedi al Motorama Raceways di Van Nuys, in California, e una pista ancora più grande a East Meadow, New York di 475 piedi. Solo negli stati uniti, nel 1966, è stato stimato che erano presenti circa 3.000 piste commerciali.

Di lì a poco, divennero popolari in tutto il mondo anche i concorsi di slot car, con gli appassionati che costruivano piste sempre più personalizzate e partecipavano a gare locali e nazionali. Le slot car divennero davvero un passatempo di massa, con molti giovani appassionati che si sfidavano per dimostrare chi avesse il veicolo più veloce e il miglior controllo della guida.

Il declino degli anni ’80 e ’90

Negli anni ’80 e ’90, le slot car iniziarono a perdere popolarità. Alcuni esperti attribuirono questa tendenza alla crescente concorrenza da parte dei videogiochi e di altre forme di intrattenimento elettronico. Tra i tanti, Sprint 2, un videogioco di corse arcade per due giocatori prodotto da Atari nel 1976 e usato nei primi cabinati nelle sale giochi. Pole position, pubblicato nel 1982 da Namco, che fu uno dei maggiori successi dei suoi tempi, restando in cima alle classifiche arcade mondiali per quasi due anni. Proprio a fronte di questo fenomeno in crescita, le aziende che producevano slot car dovettero adattarsi alle nuove tendenze o scomparire.

Storia delle slot car: la rinascita

Negli ultimi anni, le slot car hanno vissuto una sorta di rinascita. Gli appassionati di vecchia data e i nuovi giocatori hanno riscoperto il fascino di queste mini corse. Le aziende hanno sviluppato tecnologie avanzate, come sistemi di controllo digitale e telecomandati, che offrono una maggiore flessibilità e opzioni di personalizzazione. I dettagli dei modelli di auto sono migliorati notevolmente, rendendo le slot car quasi delle opere d’arte in miniatura. Basti pensare, per esempio, alla PORSCHE 917K – MARTINI – SPA 1000KM 1971 o alla RACETAXI FANATEC GT CHALLENGE.

In Italia l’eccellenza riconosciuta di NSR

NSR è un esempio proprio di questo periodo di rinascita. NSR è un’azienda artigianale italiana che produce slot car professionali 100% Made in Italy. Opera da più di dieci anni ed ha acquisito fama nazionale e internazionale. Le sue creazioni sono riconosciute a livello mondiale come un innovativo concentrato di tecnologia, performanti sin da subito.

Oggi, le slot car si godono una base di appassionati fedeli e crescente. Le gare di slot car si tengono in molte parti del mondo, con piste sofisticate e competizioni di alto livello. Gli appassionati possono anche partecipare a gare online, sfidando giocatori da tutto il mondo.

In conclusione, la storia delle slot car è un racconto affascinante di passione, tecnologia ed evoluzione, sia tecnica-industriale dei produttori sia delle capacità degli utenti di scoprire, migliorarsi e imparare. Da una semplice forma di intrattenimento per adulti, le slot car sono diventate un passatempo amato da tutte le generazioni. Esse continuano a evolversi e adattarsi ai tempi attuali, dimostrando che la passione per la corsa e la competizione su piccola scala è più viva che mai. NSR contribuisce proprio a sviluppare la passione per quest’ambito rendendosi sempre più un punto di riferimento di grande valore per l’intero settore.

Share:

Facebook
Twitter
Pinterest
LinkedIn

Social Media

Most Popular

Get The Latest Updates

Subscribe To Our Weekly Newsletter

No spam, notifications only about new products, updates.

Categories

On Key

Related Posts